Hyundai Kona

Hyundai Kona - Feste per bambini

Corso RSPP online

Corso RSPP online - Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Raccomandate Online

Raccomandate Online - Feste per bambini

Feste per bambini

Hyundai Novara

Hyundai Novara - Feste per bambini

Hyundai i10 in promozione del mese

Corsi sicurezza sul lavoro online

Corsi sicurezza sul lavoro online - Feste per bambini

Corsi sicurezza sul lavoro completamente a distanza

Feste per bambini

Feste per bambini

Offerte Auto Clerici Novara

Offerte Auto Clerici Novara - Feste per bambini

Feste per bambini

Estetista Novara

Estetista Novara - Feste per bambini

Servizi online per aziende

Servizi online per aziende - Feste per bambini

Certificazione ISO online

Certificazione ISO online - Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Feste per bambini

Home » Per le vostre feste » Tutti i giochi che facciamo all'aperto

Tutti i giochi che facciamo all'aperto

Ecco tutti i giochi per i bambini, ben descritti, che si possono fare all'aperto durante una festa. Clicca il titolo qui sopra

Bandierina:
I bambini in numero pari devono essere disposti in due file contrapposte, equidistanti da chi tiene in mano il fazzoletto detto “bandiera”. Ad ogni giocatore verrà dato un nome, in genere un numero. Il giocatore della fila di fronte avrà lo stesso numero. Quando la bandiera chiamerà il loro numero entrambi i giocatori dovranno correre e strappare il fazzoletto tornando al proprio posto senza farsi prendere dal proprio avversario. Una variante potrebbe essere quella di dare nomi di animali, fiori, paesi ecc. alle coppie di bambini da chiamare.
Tiro alla fune: 
Un vecchio lenzuolo annodato in più punti potrà fare da buona fune, mentre una corda vera rischierebbe di ferire le mani dei giocatori. In mezzo alla fune è meglio annodare un fazzoletto colorato, che stabilirà la squadra vincitrice. Per terra tracciate una riga che divide il campo o metteteci una fune. Il fazzoletto deve alla partenza stare esattamente sopra la fune. Si formano due squadre, i cui componenti , partendo dal centro, dovranno portare la fune dalla propria parte tirando con forza.
Pesci dentro pesci fuori: 
Con un gessetto si traccia un ampio cerchio sul pavimento, se c’è il prato consiglio di usare la farina bianca. Un animatore sarà un pescatore e i bambini sono tanti piccoli pesci ed il cerchio rappresenta la rete da pesca. Al comando “pesci dentro” i bambini devono saltare dentro il cerchio. Al contrario quando dite “pesci fuori” devono saltare fuori dal cerchio senza pestare la linea. Il gioco si fa tanto più divertente quanto più in fretta si danno i comandi, ma senza esagerare. Chi sbaglia viene eliminato. Chi rimane ultimo vince. Con questo gioco s’impara anche a perdere perché i bimbi sperimentano l’eliminazione.
Palla prigioniera:
Si fanno due squadre e si traccia un campo diviso da tre linee: una in mezzo che divide le due squadre, le altre due quasi al limite del campo per contenere i prigionieri .
Con una palla bisogna cercare di colpire i giocatori della squadra opposta. Chi viene colpito diventa un prigioniero e deve andare nello spazio dei prigionieri attraversando il campo della squadra avversaria. Il prigioniero ha diritto ad un lancio e se colpisce un elemento della squadra opposta si libera. Vince la squadra che colpisce tutti gli avversari facendoli suoi prigionieri.
Caccia al tesoro: 
Ci devono essere almeno due squadre. Se i bambini sono molti se ne possono fare di più. Si da un nome alle squadre e si distribuisce ad ogni bimbo un segnale identificativo della propria squadra in modo da creare senso di appartenenza (es. funghi, scoiattoli, ghiande se si fa il tema del bosco). Predisponiamo per ciascuna squadra lo stesso numero di indovinelli e di indizi. Gli indovinelli servono a scoprire il luogo dove si nasconde l’indizio. Nell’indizio si mette una prova da affrontare, se si supera la prova si passa all’indovinello successivo e così via fino ad arrivare all’ultimo indovinello che svela il nascondiglio del tesoro. Quest’ultimo può essere formato da un bauletto contenente monetine di cioccolato o caramelle, mascherine o regalini per tutti i bambini. 
Trenino:
si crea un trenino mettendo in fila tutti i bimbi. Ogni bambino metterà le mani sulle spalle del bambino davanti. Il primo bimbo verrà bendato mentre all’ultimo spetta il compito di raggiungere una meta. Per esempio da un determinato punto del giardino dovrà raggiungere un albero o il cancello o un muro. Per fare ciò dovrà, con il solo ausilio delle mani, dare dei comandi ai bambini che lo precedono. Per andare dritto dovrà picchiettare entrambe le mani sulle spalle del bimbo davanti, per girare a destra dovrà picchiettare solo la spalla destra per andare a sinistra dovrà picchiettare solo la spalla sinistra. Mano a mano i comandi vengono trasmessi di bambino in bambino fino ad arrivare al primo della fila che bendato muoverà i passi verso la meta.
Tiro al canestro:
Sistemiamo in linea due cestini che siano un po’ distanti l’uno dall’altro. Prepariamo con giornali usati delle palline affrancandole con del nastro adesivo. A questo punto formiamo due squadre , i cui componenti, a turno, faranno il loro tiro per centrare i canestri. Vincerà la squadra che avrà piazzato più palle nel cestino corrispondente.
Corsa coi cucchiai: 
Dividiamo i bambini in due squadre e forniamo ad ognuno un cucchiaio, da tenere in bocca per il manico. Il gioco consiste nel trasportare, in staffetta, delle pallottole di carta sul cucchiaio, senza farle cadere, fino a gettarle nel contenitore corrispondente alla propria squadra. Se la pallottola cade dal cucchiaio, il giocatore deve tornare al suo posto senza metterla nel cestino, lasciando partire il giocatore successivo. Vince il team che, nei minuti stabiliti, ha conteggiato più palle nel contenitore.
Questo gioco ha molte varianti. Al posto dei cucchiai, se i bambini per ogni squadra sono di numero pari si può usare uno spaghetto. A questo punto due giocatori per volta della stessa squadra partiranno insieme tenendo in bocca lo spaghetto uno per parte e dovranno traghettarlo dall’altra parte della stanza o in fondo al giardino senza spezzarlo. Se ci riusciranno potranno partire i due concorrenti successivi. Se al contrario lo spaghetto si spezza dovranno tornare indietro e ripartire con un nuovo spaghetto. La squadra che per prima riuscirà a finire tutti i concorrenti vincerà.